martedì 18 maggio 2010

Il tosaerba manuale


Il mio vecchio tagliaerba elettrico ha cessato di vivere. Ulteriori tentativi di aggiustamento sarebbero stati considerati come accanimento terapeutico. Non mi sembrava il caso d'insistere.
Questa volta però abbiam deciso di comprarne uno manuale visto anche le dimensioni non imponenti del nostro giardino (100mq).
E' stata una bellissime scoperta. Il tosaerba è leggerissimo da spingere (di meno di un taglierba elettrico), comodo da spostare e silenziosissimo. Niente fili elettrici in giro.
Se si taglia il prato con un pò di frequenza (che fa bene anche alla circolazione del sangue) non è neanche necessario raccogliere l'erba (i resti sono finissimi e biodegradabili). Ci son varie scuole di pensiero se lasciare o meno l'erba tagliata sul prato. Queste dissertazioni sono però superiori al nostro livello di prato che, come potete vedere dal video, è molto selvaggio.
In ogni caso il bidone del compostaggio è sempre lì a pochi passi pronto per fare il suo dovere (ma di questo ve ne parlerò in un altro post).
Nel video ho lasciato volutamente anche il rumore di sottofondo per farne ascoltare la silenziosità.



15 commenti:

Danda ha detto...

Mitici!!!
E io lo dicevo che a mano è sempre meglio... ma qua hanno voluto comprare lo stesso quello elettrico e ora che invece l'erba è altissima (perché nessuno l'ha ancora mai usato) e per questo non è possibile azionarlo, ci tocca andare di falcetto... :S
Sono curiosa di sapere come va il vostro compostaggio! ;)

luby ha detto...

ottima scelta!
^_^

kermitilrospo ha detto...

il tosaerba manuale!!!!! pensavo esistesse solo nelle puntate dei "simpson". Lo voglio anch'io :o)

gturs ha detto...

Nella coltivazione di mio marito l'erba si fa a mano tra una piantina e l'altra e non sono 100 metri ma ben si 4000. In questo caso sarebbe molto utile un aiuto, anche simile a questo ma non esiste, peccato;))
Comunque il tuo ripiego è ottimo;))

Max T ha detto...

Ciao Marco, penso sia una valida alternativa, così silenzioso ed ecologico. Alle volte anch'io preferisco faticare un po di più per un po di semplicità e silenzio ma purtroppo, il più delle volte, devo ricorrere alle maniere forti e senza trattore (diesel), decespugliatore (benzina) e sega (benzina) sarei in serie difficoltà.
Ciao max

Marco *Consumo Meno* ha detto...

ciao dandissima. sul compost faccio il prosismo post... così ti racconto...

grazie luby

kermit! lo usava anche il mio babbo negli anni 80. Ma me li ricordo faticosi da usare. Questo invece è molto pratico e leggero.

uco roberta!una bella sfacchianata!

MaxT... eh sì, qui son solo 100mq. Tutti piani. Decisamente più impegnativo per chi ha terreni più ampi e complicati.

dorisiana ha detto...

Anche noi ci avevamo pensato, ma abbiamo troppa metratura da falciare, io l' erba la rastrello e facciamo il fieno che poi uso come lettiera per le galline. Ciao!

Gio ha detto...

Eheh e io che pensavo vi foste presi una capretta :p

.B. ha detto...

il nostro giardino è poco più del doppio rispetto al tuo e mio marito usa un falciaerba a benzina, ereditato da un amico.
considero senz'altro la tua idea (che personalmente preferisco) e propongo.
grazie per i sempre ottimi consigli e ricerche che proponi :)
Barbara

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Cavoli Gio,....la tua è un'idea favolosa. Ci sarebbe piaciuta sai. Un pò meno ai miei vicini (che dovrebbero essere un pò più lontani). Penso che anche la Nina avrebbe gradito... non so quanto la povera capretta.

Ciao Barbara! Benvenuta su queste frequenze. Felice d'esser d'ispirazione. Facci sapere se sei riuscita a covincere tuo marito!

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Ottimo Dorisiana! Te sei ancora più avanti :-D

luxus ha detto...

ciao marco,
grande idea il tosaerba manuale.
il mio, elettrico, l'ho parcheggiato in uno sgabuzzino e per il mio giardino, abbastanza piccolo, ho optato per una pacciamatura a base di corteccia e taaaante piante aromatiche oppure della macchia mediterranea, poco assetate e affatto bisognose di cure... :)

o.t.
finalmente a casa partiamo col fotovoltaico , con tanto entusiasmo, finchè non sono incappata qui
http://fotovoltaico-initalia.blogspot.com/

che puoi dirmi al riguardo? io ho scelto un impianto leggermente sottodimensionato rispetto ai nostri consumi, sperando che diventi un incentivo ad un uso più razionale dell'energia.
col tuo impianto hai trovato gli stessi problemi evidenziati nel blog linkato, oppure è un problema relativo agli impianti sovradimensionati?
scusa l'ot, ma la tua esperienza è un punto di riferimento per me.
grazie fin da ora
ciao!

LaGolosastra ha detto...

da piccola in montagna dai nonni ero io la padrona del tosaerba manuale! Mi hai riportato alla mente i miei ricordi di infanzia...
E mi hai ricordato pure che devo occuparmi del mio pseudogiardino.

Simone ha detto...

Io non sono così entusiasta, l'ho utilizzato per molto tempo la il taglio dell'erba era tutto meno che preciso e soprattutto erano più le piante strappate che quelle tagliate. Alla fine ho dovuto riseminare tutto il giardino. Meglio una bella ed efficace falce fienaia.

»-Ɛɭi→ ha detto...

Guarda io ne ho bruciati due elettrici e uno a benzina, sto per comprare quello a mano che almeno è leggero e non sembra richiedere molta manutenzione, oltre a costare molto meno..... se fallisce anche lui ritorno alla falce!!