giovedì 28 gennaio 2010

In arrivo nuovi distributori di metano per auto a Varese e a Gallarate

Otto mesi fa riportavo su queste pagine l'articolo de "La Provincia" di Varese che annunciava che entro la fine del 2009 avremmo potuto finalmente godere di un distrubutore di metano per auto anche a Varese, zona capolago. L'anno si è concluso e sono andato a fare un salto per vedere come procedono i lavori.
Le foto che riporto risalgono al 9 gennaio 2010. Sono state installate le pompe di benzina, diesel e Gpl. Non ho visto quella del metano. Speriamo che i lavori finiscano a breve.





Intanto a Gallarate sta nascendo un nuovo impianto alimentato da pannelli fotovoltaici. Entro la primavera dovrebbe aprire.
Ho letto con interesse il dibattito scaturito da una lettera sui distributori della nostra zona su VareseNews e il mio metanaro di fiducia, Massimo, è divetanto una star di internet.
Certo è che quando si fa il pieno di metano a Solbiate, da Massimo, si fanno sempre bellissimi incontri. Complice, oltre al clima conviviale che è stato capace di creare, anche il tempo necessario per la ricarica (che è superiore alla benzina) e le leggi sulla sicurezza che ti fanno obbligatoriamente scendere dalla macchina.
Due settimane fa ho conosciuto Herbert che "parla alla radio svizzera", è appassionato di riciclo e da una veloce ricerca su internet ho scoperto che fa anche tv. Ma te pensa....
Questa settimana invece un papà e suo figlio trentenne che si sono subito innamorati della Nina.
Mentre si fa il pieno i clacson degli automezzi a metano che passano di lato la strada provinciale salutano Massimo con simpatia.
La Lo dice che tra un pò ci troveremo nel parcheggio del distributore anche un complessino che suona musica da balera, le salamelle e la birra.
Vent'anni fa, qui nella provincia di Varese, prima dell'avvento della carta sconto benzina andavamo tutti a fare rifornimento in Svizzera: ore di coda alla frontiera, 15 km per arrivare (bene o male come per trovare un metanaro oggi), imposte regalate agli svizzeri (niente contri gli svizzeri, ci mancherebbe, ma se posso preferisco pagarle per la nostra regione che mi eroga servizi) e non ho mai conosciuto anima viva. Nessuno si lamentava.
Oggi sembra che per far 8 km per trovare un metanaro sia un problema insormontabile. Vabbè, se me lo fanno più vicino a casa son contento... ma da Massimo ogni tanto ci vado lo stesso perchè è troppo forte.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Marco, mi chiamo Simone, è la prima volta che ti scrivo ma leggo con interesse da un po' di tempo il tuo blog da cui ho appreso molte idee e suggerimenti interessanti sul tema del risparmio energetico, un tema anche a me molto a cuore. Abito vicino a Siena e da giugno 2009 abbiamo attivato anche noi (io e Claudia) il nostro piccolo impianto fotovoltaico. Hai mai sentito la trasmissione radiofonica Caterpillar? su radio 2 alle 18. Stanno pubblicizzando proprio in questi giorni l'iniziativa "M'illumino di meno" per il 16 febbraio. Se non l'hai fatto ascoltali, sono molto interessanti e parlano spesso proprio del metano per auto. Un saluto, Simone. Siena

Anonimo ha detto...

Sono ancora Simone. Ho sbagliato, "M'illimon di meno è il 12 febbraio! Aderite! Saluti.

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Ciao Simone!! Grazie mille per il tuo commento. Conosco m'illumino di meno, l'ho segnalato in un post l'anno scorso ed ho già pronto il post in programmazione per quest'anno. Sia quest'anno che l'anno scorso mi sono registrato tra le adesioni nel loro sito (nella provincia di Varese). Come sta andando il vostro impianto fotovoltaico??? A presto!!

Anonimo ha detto...

Ciao Marco, il nostro è un piccolo impianto, solo 1,53 Kwp, ma che secondo i calcoli dovrebbe coprire totalmente i nostri consumi elettrici che sono effettivamente abbastanza bassi (vedremo a giugno prossimo quanto ha prodotto in un anno). Naturalmente in questo periodo non produce molto, se và bene bene e la giornata è limpida, circa 5 Kw al giorno, in estate circa 9 al giorno. Nel 2007 avevamo istallato il solare termico a circolazione naturale (solo per acqua sanitaria) e ne siamo molto contenti. Inoltre, sempre nel 2007 la stufa a pellet... peccato che il pellet aumenta ogni anno!
Dimenticavo... sul sito "solar cooking" ho trovato molti progetti per forni solari economici e facili da costruire, in cartone o legno, con cui ho preparato ciambelloni, melanzane alla parmigiana, pollo e patate.. Spettacolari!
Grazie per la risposta, un saluto e a rileggerti con piacere.
Simone.
Perdonami ma non sono esperto di blog, non ho un account e so scrivere solo come anonimo. (non so cosa significhino le altre identità. Provero ad imparare.

Marco *Consumo Meno* ha detto...

ciao simone. sì, anche noi abbiamo creato l'impianto in funzione di quanto consumiamo.
Eh sì, il pellet aumenta (anche se io quest'anno l'ho trovato a meno dell'anno prima) . Ma aumenta anche il riscaldamento normale. Più che altro io mi trovo bene con la tipologia di calore del pellet. Riesco a scaldare tutta la casa risparmiando un pò (non tanto) ma avendo molto più calore.
Il forno solare non l'ho ancora costruito. Per ora usiamo solo la cucina solare (quando c'è il sole). Trovi sul mio blog anche delle videoricette.
Per la registrazione non è un problema. Se poi ci prendi gusto apri un blog anche tu!! a presto

Gabriele ha detto...

Ciao Marco,
sono Gabriele Biandolino, faccio parte di Net1News e mi occupo della categoria Ambiente ed Energia. Ho visto che il tuo blog è molto interessante, per questo vorrei farti una proposta seria e gratuita. Stiamo dando vita al progetto Net1news.org, il primo canale di informazione trasparente e remunerativo del web. Si tratta di un nuovo modello di organizzazione delle informazioni già presenti in Rete che premierà gli autori più letti. Net1news (o Nettuno) è molto più di un semplice aggregatore: è la prima net news italiana. L'abbiamo ideato per cercare di risolvere i due principali problemi che si trova ad affrontare chi fa informazione sul Web: trovare visibilità e ottenere una retribuzione per migliorare la qualità dei contenuti proposti. Pensiamo davvero che questo sistema possa contribuire a risolverli.

La gerarchia delle notizie sarà decisa unicamente dagli utenti: più una notizia sarà visualizzata, più otterrà spazio nelle homepage delle varie categorie (argomenti e regioni). La più cliccata di ogni categoria finirà nell'home page nazionale. Senza filtri. Senza censure.

Guarda il video di presentazione e la sintesi del progetto in power point:



http://net1news.blogspot.com/2009/12/net1news-il-video-di-presentazione.html


http://net1news.blogspot.com/2009/11/presentazione-di-nettunonews.html




Ti piace l'idea?
Entrando a far parte del network Net1News otterrai questi benefici:

- Aumentare esponenzialmente le visite al vostro sito attraverso link diretti ai vostri articoli o pagine web.

- Guadagnare dai ricavi pubblicitari che il network genererà sulle vostre pagine, grazie ai vostri contributi e a quelli di tutti gli altri siti e blog partecipanti. Il 50% dei ricavi pubblicitari verrà distribuito ai siti aderenti in totale trasparenza e proporzionalmente al successo dei contenuti, il restante servirà per coprire le spese del progetto e per farlo crescere.

- Sfruttare l'effetto leva creato dalla visibilità che i siti aderenti daranno al network e dalla pubblicità che Net1News farà per far parlare di voi (comunicati stampa, pubblicità, redazionali, viral marketing...).

Per saperne di più: www.net1news.org dove per ora, in attesa del lancio della piattaforma previsto per i primi mesi del 2010, reindirizza il blog che racconta di questa avventura fin dall'inizio.

E ora guardate la demo della piattaforma su http://demo.net1news.org (è in fase di rifinitura, se avete dei suggerimenti, scriveteci).
Se volete visualizzare come sarebbe un vostro articolo su Net1News visitate il link http://demo.net1news.org/la-ce-più-trasparente-sulle-emissioni-con-registro-e-prtr.html

Se vuoi altre informazioni non esitare a contattarmi

Se vuoi aderire, rispondi immediatamente a questa e-mail e dai la tua adesione al progetto. Non dovrai pagare assolutamentre nulla, anzi sarà Net1 a pagare! L'unica richiesta è mettere un discreto banner di collegamento nella tua home page che sarà uguale per tutti. Nient'altro.


Se uniamo le forze, saremo travolgenti.


A presto e grazie per l'attenzione.

Gabriele Biandolino
responsabile Net1News
Categoria: Ambiente ed Energia
gabriele.biandolino@net1news.org
contatto skype: blue_pain