lunedì 20 aprile 2009

L'acqua del rubinetto: liscia, gassata o ... filtrata?

Uno dei post che ha riscosso più interesse fin ad ora è stato quello inerente l'utilizzo dell'acqua del rubinetto. Molti concordano nell'utilizzarla ma preferiscono usare caraffe filtranti. Altri invece erano un po' preoccupati sulle reali capacità di queste caraffe. In questi ultimi giorni alcuni miei amici chimici si sono diverti a fare analisi e a chiarirci meglio la questione. Per dare il giusto risalto alla cosa riporto qui stralci degli ultimi interventi che entrano più sul tecnico.

Paride (perito
chimico)
I SALI NON SCAPPANO.
2 note sui caraffoni! benché abbia bevuto x un paio d'anni l'h2o del rubinetto, con la caraffa devo dire che è molto meglio. Più comoda, eliminato l'odore di cloro, più presentabile e diminuita la presenza di calcare. Provo a rispondere a simo x quanto riguarda i sali: non preoccuparti i filtri -carboni attivi & resine a scambio ionico- non tolgono i sali, ma solo i cosiddetti "pesanti", quindi gli elementi come rame, cadmio ecc. ecc. oltre alla gran parte del cloro. i sali rimangono pressoché intatti, cmq se tu bevessi h2o distillata ti si gonfierebbe subito la pancia..è così?:). Purtroppo di fianco al mio caraffone bazzicano sempre bottigliette di plastica, non riesco a far capire i vantaggi deell'h2o dal rubinetto alla mia compagna:( democrazia!? Ciao Paridao!


Matteo (dottore in chimica)
PRIMA DELL'ANALISI DI LABORATORIO

Ho comprato anche io la caraffa filtrante sia per una questione ecologica sia perché avendo rinunciato alla macchina mi ero rotto di portare la cassa di h2o in scooter.... Mi sto informando perché la manu mi ha minacciato... l'h2o della caraffa si da al Leo ( mio figlio di 18 mesi) solo se assolutamente sicura. Sono d' accordo con Paride sulle sue indicazioni. Il filtro della caraffa è a base composita ( vari materiali differenti) e organica/naturale( cocco e altro) fermano quindi i metalli pesanti ( cadmio/cloro/ cromo...etc e calcare). Per riassumere nessun problema per i sali minerali che servono, è vero, ma che spesso in molte acque in bottiglia sono in quantità eccessive.... Farò comunque analizzare l'acqua delle caraffe in laboratorio e vi farò sapere. Non riesco a lasciare l'acqua per più giorni nella caraffa ...finisce subito.


Matteo (dottore in chimica)
L'ANALISI DI LABORATORIO

eccovi le analisi! ph prima della filtrazione 8 dopo 6,5; conducibilità prima della filtrazione 600 microsiemens dopo 153; durezza prima della filtrazione 30 gradi francesi dopo 2,5. E' un acqua molto leggera se non fosse per il ph un po' acido sarebbe paragonabile all'acqua di montagna.
E io che ho sempre parlato male dei chimici...

20 commenti:

LaGolosastra ha detto...

Marcuzzo bbbello, ma i tuoi amici potrebbero anche cortesemente commentare quanto si dice che bisognerebbe conservarla in frigo? Non è un problema che mi riguarda perché a Verona l'acqua è buona, non sa di cloro è solo forse un po' calcarea. Mi verranno anche i calcoli ai reni??? ;)

BUONA GIORNATA!

LaGolosastra ha detto...

avevo aggiunto un commento nel vecchio post ma lo riscrivo qui per comodità...
Mi piacerebbe sapere anche il significato dei dati. Se l'h2o è più o meno acida, per esempio, che significa per il mio pancino?
Grasssie.

Anonimo ha detto...

anch'io ho già sentito parlare di queste caraffe e volevo provare a prenderla ma alcuni pareri discordanti mi stavano dissuadendo, soprattutto per quanto riguarda la reperibilità dei filtri.
Aspetto anch'io le risposte che darai a LaGolosastra, visto che volevo farti le stesse domande :)

Alla Scoperta ha detto...

Abbiamo una proposta interessante per te

Anonimo ha detto...

Ciao, confermo i dati di Matteo sulla conducibilità, avevo per altro fatto la stessa analisi in passato confrontando l'h2o del rubinetto tout court con un paio di quelle in bottiglia -non dico la marca, ma entrambi avevano il viso di un bambino sull'etichetta a "garantirne" la purezza- entrambe avevano una conducibilità maggiore dell'h2o di rete della zona di Busto Arsizio! X quanto riguarda i filtri, devo dire che ho la caraffa da quasi un anno e ho ancora una scorta di 3 filtri regalati -sono al 2° e ritengo quindi che x almeno 2 anni sono tranquillo, nel caso mi facessero pagare il filtro a peso d'oro, anche ricomprando una caraffa il risparmio e la quantità di PVC usati sono inferiori. Mi informo e vi dico sull'impatto del pH sul pancino:).......ciao Paride

Anonimo ha detto...

Ciao!
I filtri costano 20 euro e sono 3 durano circa un mese per filtro.
ho fatto i conti e più o meno costano come l'acqua in bottiglia...sono reperibili in una famosa catena di negozi per casalinghi
il significato dei dati:
ph che sia acida o basica poco importa, l'importante è che stia in un range accettabile, per darti un riferimento una famosa bevanda gassata ha ph 5...quindi tra 6 e 8 è ideale.
per quanto riguarda la conducibilità / durezza... più sali hanno più sono pesanti più sarebbero indicate per diete che richiedono apprto di sali es sportivi agostici, chi abita in sicilia a 40 gradi all' ambra etc...
meno sali hanno più ti depurano...
Per quanto riguarda il tenerle in frigorifero penso proprio non sia necessario.
a prestooooo

3figli3 ha detto...

non riesco a fidarmi dei filtri. sarà, ma più della chimica mi sono fidata della mia pancia.Che dice h2o del sindaco di PD è comunque meglio dell'h2o in bottiglia. Eliminato h2o gassata. resiste solo mio marito, ma adesso se le porta sù lui le SUE bottiglie :-) vedremo quanto dura,visto che tocca anche sempre a lui portarle al bidone della raccolta differenziata! :-)) Intanto la quota di bottiglie di plastica è così diminuita di 4/5 visto che in famiglia siamo in cinque. Mi pare già buono. Imbrocchiamola!Anche senza filtro

Simo ha detto...

Marco grazie, queste erano le notizie che aspettavo......mi avete convinta adesso..penso che la comprerò!!!!!
Grazie anche ai tuoi amici, davvero bravi e competenti

.manu. ha detto...

anche io bevo acqua del rubinetto ormai da un paio d'anni e devo dire che mi trovo bene così com'è ma le caraffe mi hanno sempre incuriosita..qualcuno mi sa dire QUANDO sono effettivamente necessarie; parametri dell'acqua del mio rubinetto alla mano? Grazie in anticipo!

Danda ha detto...

Ciao a tutti!
Io bevo acqua del rubinetto da circa un anno e mezzo, da quando sono andata via da Roma, lì l'acqua era terribilmente calcarea! Qui in Romagna invece si sente molto il cloro ma ho risolto prelevando l'acqua almeno mezz'ora prima di consumarla, lasciandola decantare a brocca scoperta e riponendola in frigo. Effettivamente, così il cloro si avverte di meno.
Non conosco i parametri dell'acqua locale ma si è fatta tanta pubblicità da parte dell'amministrazione comunale per... imbroccarla! Mi fido... faccio bene?
Intanto volevo sapere... i filtri delle caraffe citate da voi sono riciclabili? Eh lo sapete ormai... la mia è una fissazione! ;D

Marco ha detto...

Oh bene bene! Grazie a tutti per i commenti. In particolare Paride e Matteo per la disponibilità. Anche da parte mia a casa nostra acqua del rubinetto semplice semplice. In tutta onestà a me piace. Cloro non ne sento. L'Asl la tiene sotto controllo. Meglio di così...

Daniela. ha detto...

Ciao, grazie per la competenza e la passione che ci metti. Condividiamo lo stesso tentativo di vivere un po' piu etico, se non ti dispiace ti includo tra i preferiti del mio neonato blog!

lella ha detto...

Ciao Marco.
son passata a darti un salutino veloce visto ke sono parekkio presa.
a presto
Lella

Marco ha detto...

grazie daniela!! certo... mi fa molto piacere... e passerò anche io a trovarti!!

ciao Lellaaa! eh sì.. immagino che son giorni presissimi per te. grazie per aver trovato il tempo per passare per un saluto. un abbraccio!

Elisabetta ha detto...

Ma sai che volevo proprio scriverti in merito all'acqua?? Che fai leggi nel pensiero? Dunque: anche io vorrei eliminare l'acqua in bottiglia, ma sono una malata delle bollicine. Potrei comprarmi il gasatore e gasare direttamente l'acqua del sindaco? Ho visto che parecchi di voi la bevono così come esce dal rubinetto. Ultimamente nella mia zona stanno facendo delle belle offerte sugli impianti a osmosi inversa ma... è proprio necessario?? Si accettano consigli.

Anonimo ha detto...

I filtri delle caraffe sono riciclabili?
Si il contenuto sono fibre naturali e cocco, l'involucro in plastica purtroppo no.
Sono necessari i filtri ad osmosi inversa?
Costano molto più che alro servono per allungare la vita degli elettrodomestici eliminando il calcare ma per quanto riguarda l'acqua fanno lo stesso lavoro delle caraffe...
se compri un osmosi inversa chiedi bene quanto costa la manutenzione e quanto costano le membrane...
ciao a tutti Matteo

Anteo ha detto...

Le caraffe di filtrazione le vedo con sospetto.
Un gran consumo ed un gran giro di soldi.
Il mio consiglio un semplice sistema di filtrazione sottolavello. Sono cari se comprati attraverso fiere o pubblicità televesive.
L'uomo in giacca e cravatta che propone e poi vende incide per il 300 % sul prezzo di fabbrica.....
GWS non vende, al massimo fa consulenza....
www.gwsonline.it

LaGolosastra ha detto...

Bentornato caro nonconsumatore!
Sono qui per lasciarti un saluto e un quesito, da condividere anche con gli avventori di questo luogo di culto.

http://www.aquasan.com/?p=informazioni

io sto sperimentando questo marchingegno, da applicare al rubinetto della cucina. Tutto l'ambaradan costa in un negozio bio circa 18 eurozzi, il filtro dura circa due mesi e poi si sostituisce al costo di circa 6€.


Mi piacerebbe sentire qualche opinione!

Mel ha detto...

Buonasera,
Ancora complimenti per il tuo blog! Io bevo l'acqua dal rubinetto da sempre, ma recentamente un amico mi ha detto che qui a Firenze tante case hanno ancora i tubi di piombo, e che questo è pericolosissimo per la salute. Ne sai qualcosa? Non c'è una legge contro l'uso di piombo per i tubi d'acqua??
Melissa

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Ciao mel... l'unico modo per verificare se c'è o non c'è piombo e far analizzare l'acqua. Non ho news sul vostro comune. Però non mi fiderei molto del "sentito dire". Io andrei all'ASL a chiedere informazioni.