lunedì 15 febbraio 2010

I nostri consumi per il riscaldamento domestico


E' arrivata l'ultima bolletta e pertanto anche quest'anno al pubblico ludibrio i nostri consumi per riscaldare l'abitazione. Come per la rilevazione dello scorso anno (che consiglio di rileggere a chi vuol approfondire la cosa) ho trasformato tutto in m3 di metano per avere dei dati comparabili. Nonostante il rigido inverno, assolutamente non paragonabile a quello dell'anno scorso, i consumi sono scesi e sono ritornati sui valori del 2007. Le mie pratiche quotidiane non sono cambiate, sicuramente l'isolamento del tetto ha avuto i suoi buoni effetti. Presumo che questo dato si stabilizzerà, al momento è difficile che riesca ad ottenere meno di così a parità di condizioni meteorologiche.
In ogni caso ritengo un ottimo risultato passare da quasi 3500 m3 per anno di due persone che vivevano la casa come un albergo ai 1300 m3 di oggi con 3 persone che la casa la vivono veramente.


14 commenti:

Danda ha detto...

Hip-hip-hurrà! Viva la famiglia ecologica!
Comunque, lo dico in sordina, un miglioramento c'è anche sulla nostra bolletta, ma aspetto fino al prossimo mese per fare un resoconto e pubblicarlo! Ciao e godetevi la vostra casetta! ;)

Lo ha detto...

ma siamo troppo figonziiiiiiiiiiii

markogts ha detto...

Ma l'equivalenza pellet/mc di metano la calcoli sul prezzo o sul potere calorifico?

Dati molto interessanti. Sarebbe interessante raffrontarli alla superficie della casa.

Io sto monitorando i consumi (spererei di fare un post sul mio blog, prima o dopo) e ti posso dire che vivere in appartamento, se da un lato mi impedisce di avere pannelli solari, dall'altro mi permette di avere poche dispersioni termiche dato che sopra e sotto ho gente che scalda il proprio appartamento. Per 70 m^2, da settembre ho consumato circa 430 m^3 di metano, compresa l'ACS, cucina e forno.

Marco *Consumo Meno* ha detto...

son proprio curioso danda di leggere il resoconto...

vero gallinaaaa

Marko... sul prezzo... rapporto quanto speso per il pellets al prezzo medio del costo del metano per m3 dell'anno ... e trovo i m3 equivalenti di metano al quel costo del pellets... non è il massimo... ma la tendenza dovrebbe essere giusta...
E' vero: i tuoi vicini ti tengono al caldo :-D

lella ha detto...

I dati sono molto interessanti,ma ahimè nel condominio le cose non stanno proprio così.
Continuo a leggere i tuoi post ma in tante cose non posso ritrovarmi,visto che vivo una realtà diversa e molto condizionata.
kiss
Lella

markogts ha detto...

Lella, si come risparmiare in condominio ho intenzione di scrivere qualche articolo sul mio blog, ripassa tra qualche settimana.

Carmine Volpe ha detto...

ecco scrivi qualcosa sui condomini, perchè è difficile inculcare l'idea del risparmio

sara ha detto...

Buongiorno,
vorrei segnalare che Studio Bernoni Professionisti Associati ha ideato Good Energy Award, un premio nato per individuare e valorizzare le imprese che hanno avuto il coraggio di investire in un mercato nuovo, non tradizionale, con particolare riguardo al business ma anche all'ambiente e al territorio.
L’adesione all’iniziativa è gratuita ed è rivolta alle società che operano nel settore delle energie rinnovabili, secondo tre categorie: produzione, distribuzione o costruzione d’impianti di produzione.

I criteri che guideranno la scelta dei vincitori riguarderanno l’impegno profuso nella produzione e nella distribuzione di energie rinnovabili.

Le schede di adesione saranno disponibili e scaricabili dal sito http://www .gtbernoni.it.

Anonimo ha detto...

buongiorno a tutti,
sono felice di avervi incontrati e complimenti.
Vorrei innanzitutto domandare quanto è spesso l'isolante, vorrei realizzare cosa simile a casa mia e quanto costa al mcubo o quadro.
Vi segnalo, che oggi è possibile riscaldare una casa intiera a sola legna, con stufe o caminetti che restano accesi anche per oltre 24 ore.
vi invito a visitare il mio sito informativo e non commerciale (ho avuto la malaugurata idea di chiamarlo .com) www.stufefocolari.com
Ciao a tutti!

Sorriso ha detto...

Bello questo blog!
Tante grazie per i consigli che ci regali! Verrò spesso a trovarti.
un Sorriso...

Marco *Consumo Meno* ha detto...

ciao sorriso per esser passata da queste parti.. anonimo: trovi info sull'isolamento del tetto cercando la parola "isolamento" nelle parole chiave del blog. C'è sia un reportage fotografico che video.

lella ha detto...

Ciao Marco come va?
scusa se ne approfitto ma avrei bisogno di chiederti una cosa:è normale che la croce rossa chieda un compenso di 450 euro per un intervento a scuola?Non si facevano gratis questi interventi? Ne sai qualcosa?
Thanks
Lella

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Ciao Lella. La corce rossa così come le associazioni di volontariato possono applicare rimborsi per gli alti costi che sostengono per il mantenimento di mezzi e personale. Rappresentano delle entrate che, soprattutto in questo periodo dove le donazioni sono sempre meno, permettono di pagare benzine, assicurazioni, mezzi nuovi, costi delle sedi, ... Il mantenimento di un'associaizone che eroga servizi in ambulanza è molto alto e nell'immaginario collettivo si presume che sia tutto a carico dello stato cosa che non è: sono le associazioni che devono sostenere questi costi (parlo perlomeno delle associaizoni di volontariato ... non conosco la relatà della croce rossa che è un ente diverso). Le tariffe applicate per i servizi di trasporto non ripagano neanche in pieno i costi vivi (le tariffe sono definite dalla Regione e sono ferme da anni) Dipende di cosa stiamo parlando. Se è per un corso di 2 ore per informare i ragazzi sul primo soccorso è effettivamente alto. Se è un servizio di tipo "sportivo" che prevede la presenza di equipaggi e ambulanze per una giornata intera è un rimborso equo. Se vuoi mandarmi una mail ne parliamo a parte. Un bacione. Marco

lella ha detto...

ok ti ringrazio.Adesso ti scrivo
Lella