giovedì 24 settembre 2009

Raccordi rapidi per il collegamento dell'acqua calda alla lavatrice

Ovvero... "collegamento dell'acqua calda riscaldata dai pannelli solari alla lavatrice - parte seconda" (per la parte prima qui).

Ho riscoperto l'acqua calda. Su consiglio dell'idraulico ho installato dei semplicissimi raccordi rapidi, quelli "attacca-stacca" per intenderci, al rubinetto dell'acqua calda collegato alla lavatrice. Stessa cosa ho fatto su quello dell'acqua fredda e sul tubo dell'acqua della lavatrice. Così diventa molto comodo il passaggio dal rubinetto dell'acqua calda a quella fredda quando serve.

(P.s. Grazie Danda per i super aiuti a risistemare la "testata"del blog)

PRIMA
DOPO

lunedì 21 settembre 2009

... ed è solo lunedì!

In questi giorni ho visto finalmente dei politici leghisti delle mie zone preoccuparsi di ambiente, acqua e contenimento dei rifiuti.
Ho visto anche dei politici napoletani fare un pò i leghisti al parlamento europeo.
Ho visto un ex detenuto voler tornare in carcere perché fuori c'è troppa violenza.
Ho visto Videocracy.
Ho visto il triste ritorno dei militari italiani. Ma purtroppo ho visto anche questo. Questo. Questo. Questo. Questo, ...
Ho visto alle 20.30 questo censurato. E questo no.
Ho visto l'aria di New York più pulita di quella d'un verde paesino alpino.
Ho visto mamme terrorizzate per questo costume e non per questo o per quello. Chissà cosa direbbero di questo scelto per le mie vacanze.
Bene.
E' solo lunedì, ma penso che per questa settimana ho già visto abbastanza.

lunedì 14 settembre 2009

ColoriAmo, l'idropittura comoda ed ecocompatibile

Mentre eravamo nel nostro colorificio di fiducia per scegliere il colore della nostra camera da letto che necessita di una rinfrescata, l'occhio della Lo è caduto su una nuova idropittura ecocompatibile. Comoda , semplice d'utilizzo, marchiata Ecolabel e già pronta per l'uso in molti colori. L'idea è molto simpatica.
Coloriamo è l’innovativa idropittura pronta all’uso che permette di rinnovare lo stile di ogni ambiente con una facilità mai vista prima. La formula super coprente di Coloriamo è stata progettata per assicurare risultati immediati con un’unica mano di prodotto. Coloriamo è già nella densità ideale per prevenire schizzi e sbavature: basta aprire la confezione, intingere il rullo o il pennello e mettersi al lavoro.La confezione da 2,5 l, pratica e leggera, è stata pensata per prevenire inutili sprechi di prodotto nel caso di piccoli lavori (una confezione vale circa 23 mq). Così è possibile dipingere anche una sola parete, o più pareti di colori diversi, senza dover acquistare latte di grandi dimensioni. La forma e le misure della vaschetta sono perfette per il rullo. ColoriAmo è un prodotto ecocompatibile, in vendita nei migliori colorifici d’Italia al prezzo consigliato di € 25,00.
Purtroppo avevamo già provveduto all'acquisto della nostra pittura (sempre ecocompatibile) pertanto non abbiamo provato il prodotto. Per trovare il rivenditore più vicino: www.coloriamo.com
Vi consiglio sul Corriere di ieri un articolo sull'inquinamento domestico, molto spesso sottovalutato, generato anche da vernici per pitture e mobili con legno trattato.

mercoledì 9 settembre 2009

9/9/09 La forma è il vestito della sostanza. "Consumo meno" si rifà il look.


Un nuovo anno "sociale" riparte con questo post. In queste settimane mi sono dedicato ad un restyling del blog.
Notate subito il nuovo logo. E' il simbolo "shut down/spegnere" ruotato in modo da ricordare una "c" e un "meno": consumo meno.
Ringrazio tantissimo Fabio che è mi ha molto aiutato ed riuscito a realizzare proprio quello che avevo in mente: un logo semplice, pulito, facilmente identificabile e che esprimesse con un simbolo la mission del blog. Vi consiglio di leggere anche il suo intelligente blog del quale condivido sempre i contenuti.
Nell'intestazione ho usato simbolicamente il carattere sprang eco sans proprio per ricordare i temi cari al sottoscritto e ai lettori del blog.
Altra novità sono le tre colonne che mi aiuteranno a distribuire meglio i contenuti. Ho trovato i suggerimenti più chiari su questo blog. Per modificare poi l'ampiezza delle colonne e gli spazi mi sono affidato a questi consigli.
Per modificare la favicon che blogspot dà come predefinita con il suo marchio arancione e bianco (è quell'immagine piccola che trovate a lato dell'indirizzo http nella barra dell'indirizzo) ho trovato consigli utili sui programmi per crearla su questo blog. Per il codice html vi consiglio invece di usare quello riportato su questo blog (ho avuto dei problemi con il codice consigliato su "mondo informatico").
Sto ancora lavorando al trasloco: devo inserire nuovamente l'elenco dei blog e dei link che sono andati persi. Qualcosa dal punto di vista grafico ancora non mi soddisfa pienamente...ma ho tutto l'autunno per sbizzarirmi con nuovi esperiementi.
Il look è cambiato. I temi e l'esperienze che vi racconterò nei prossimi mesi resteranno però sempre le stesse. Insomma ... cambia un pò la forma ma non la sostanza. Fatemi sapere cosa ne pensate!

martedì 8 settembre 2009

lunedì 7 settembre 2009

Pulizia e manutenzione solare termico e fotovoltaico

Diversi mi chiedono cosa faccio come opere di manutenzione degli impianti fotovoltaico e solare termico. Praticamente niente.
I pannelli fotovoltaici si puliscono da sé con l'acqua piovana. Stesso dicasi del solare termico. Ogni tanto faccio un giro sul tetto, ma più per godermeli un po' (feticismo?) che per opere di manutenzione.
Un anno con la grandine si sono rotti 3 tubi del solare termico (mentre il fotovoltaico non aveva subito neanche un graffio). Nel giro di pochissimi giorni sono intervenuti quelli della casa costruttrice che li hanno subito cambiati senza dover pagare nulla (e sarà così per 10 anni).
In caldaia controllo ogni tanto le spie del bollitore dell'acqua. Quando vado via per molti giorni in estate e non utilizzo pertanto l'acqua calda, copro i pannelli termici con un telo bianco (come in foto).
Questo permette di mantenere l'acqua a temperature basse anche se non c'è utilizzo degli impianti sanitari. Non essendo utilizzata acqua il rischio sarebbe quello di far arrivare a temperature problematiche l'acqua raccolta nel bollitore. I pannelli fotovoltaici invece li lascio liberi e belli a produrre energia anche mentre son al mare.

venerdì 4 settembre 2009

mercoledì 2 settembre 2009

L'acqua come dopobarba

Finalmente, dopo mesi dalla sua pubblicazione, il post sull'utilizzo dell'acqua fredda come dopobarba ha la tua spiegazione scientifica. Grazie a O Pato Desafinado.
L'acqua fredda chiude più velocemente i pori e microferite lasciate dal rasoio, diminuendo inoltre la circolazione periferica. In questo modo hai una maggiore sensazione di freschezza e riduci la possibilità di contaminazione dei pori. In pratica dovresti sciacquarti prima con acqua molto calda per aprire i pori, raderti e dopo acqua fredda.