mercoledì 11 febbraio 2009

Pellet o non pellet?

Chi lo odia e chi lo ama. Chi dice che si risparmia chi c'ha fatto la cresta sopra.
A me ha conquistato per la sua caratteristica unica di trasformare uno scarto in una fonte di energia.
Ma andiamo con ordine.
Cos'è il pellet?
E' materiale di scarto delle segherie che viene compresso. Semplice segatura che diventa combustibile.
Quanto costa?
Qualche anno fa aveva raggiunto prezzi astronomici tanto da
gridare allo scandalo. Fortunatamente ora si è assestato sotto i 4 euro ed è possibile trovarlo anche nei supermercati.
Conviene?
Per noi diventa impossibile stabilire quanto il pellet abbia influito sulla riduzione della bolletta del gas in quanto abbiamo installato anche i pannelli solari termici, la cucina solare e i pannelli termoisolanti ai caloriferi. Di sicuro posso assicurare che la casa è decisamente più calda (il doppio) rispetto ai normali termosifoni. Si scalda in pochi minuti e il calore raggiunge anche le camere al primo piano. Rispetto alla legna il pellet è più pulito, non necessita di enormi spazi per lo stoccaggio (è in sacchi da 10 o 15 kg) e con un rifornimento prestagionale si evitano gli sbalzi di prezzo. La stufa si pulisce in 5 minuti 1 o 2 volte alla settimana (a seconda dell'utilizzo e della tipoliga di pellets usati).

Per chi vuole farsi un'idea sui pellets vi consiglio il forum
Stufa Pellet e il post di Ecoblog che dal 2005 continua ad avere commenti. Per chi acquista una stufa a pellets (con un rendimento superiore al 70%) è possibile dedurre il 36% della spesa dall'Irpef inoltrando la comunicazione dell'installazione al Centro Operativo di Pescara del Ministero delle Finanze attraverso apposita modulistica.

Questa è la nostra stufetta ...



Cause I'm T.N.T
I'm dynamite

T.N.T

And I'll win the fight

T.N.T

I'm a power load

T.N.T
Watch me explode




17 commenti:

Danda ha detto...

Ciao Marco,
domanda: ma il calore della stufa va anche ai termosifoni? Non m'intendo molto di queste cose, ma ho sentito parlare di termocamini, sono un'altra cosa?
in quale camera è meglio installare una stufa a pellet?
Inoltre, visto che anche da me la casa necessita di miglioramenti, sai se è possiblile isolare i termosifoni dai muri esterni, anche in caso i muri abbiano la tendenza a fare muffa per l'umidità?
Già, qui vicino al mare ho questo problema! Consigli?
Grazie in anticipo e a presto!
Danda

lella ha detto...

o Marco quante cose sto imparando da te.......sai ke nn lo conoscevo il pellet?
Cmq ho visto ke viviamo in una zona abb. vicina:sono in crisi x quel famoso concorso ke devo far fare ai miei ragazzi sulle energie rinnovabili applicate al luogo in cui vivono.
Posso scopiazzare qualke idea dal tuo sito? Ke cosa potrebbe essere applicato realmente (non fantasticamente xkè lì son bravissimi i ragazzi)in una zona come la nostra?
Grazie e scusami se approfitto di te ,ma credo ke sia giusto tra di noi aiutarci,no?:-)
Lella

Marco ha detto...

Ciao Danda! No, il ns non va ai termosifoni. Ci sono però caldaie a pellets o stufe idro che scaldano acqua.
Il termocamino dovrebbe essere la stessa cosa ma a legna (ma si faccia pure avanti qualche ing. che ne sa più di me). Sono i camini "chiusi" per intenderci . E' un sistema per il riscaldamento domestico in alternativa o semplicemente affiancato agli impianti tradizionali (gasolio, GPL, metano), con il vantaggio di offrire risparmio economico e tutela ambientale. Se funziona ad aria è dotato di più "bocchette" per l'erogazione dell'aria calda. Se funziona ad acqua è collegato direttamente o tramite scambiatori di calore all'impianto di riscaldamento a radiatori o a pavimento.(da:wikipedia).
Per la mia esperienza sinceramente consiglio sistemi ibridi(giocano troppo sui prezzi ... così si è più al sicuro da sbalzi). Non mi affiderei unicamente la pellet.
Per la stanza... noi abbiamo preferito una zona centrale... quella che "viviamo" di più... è cmq vicino ad una scala che porta un pò di calore anche alle camere da letto al piano superiore. Ma sono tante le variabili...
Io per isolare i caloriferi dal muro ho usato dei pannelli termoriflettenti. Meritano un post a parte però: se hai pazienza fino a lunedì ti racconto bene.

Marco ha detto...

Lella ! ma certo! scopiazza tutto quello di cui hai bisogno!
dimmi bene qual'è il titolo e i termini di questo concorso che vedo di spremermi ulteriormente le meningi ("energie rinnovabili" è un campo talmente vasto...)

Max T ha detto...

Ciao Marco, ti ringrazio di aver letto qualche mio post. Scopro così che sei ecologico a 360 gradi. Per questo non ci sono cure, a che servirebbero! Non devi essere curato, forse dovrebbero clonarti!
Ciao e buona giornata

Marco ha detto...

No No Max!!! Lungi da me considerarmi ecologico a 360 gradi. Anzi! Son carichisismo di difetti, di mancanze e di pigrizie! Il tuo post mi è piaciuto perchè mi rivedo in tutti i "difetti" degli uomini elencati e che hai tracciato con tanta ironia. Quello in cui mi rivedo di più è una metà strada tra l'entusiasta e l'uomo bolletta.
(per chi non ha letto il post di max:
http://myecomondo.blogspot.com/2008/12/identikit-delluomo-ecologico.html
)

gturs ha detto...

Ciao marco, forse hai già letto da me che io uso la sansa da dieci anni, con 400/500 euro scaldiamo casa per tutto l'inverno e da noi fa freddo come a Varese!!!
Volendo potrei usare anche i pellet ma avendo un sansificio a tre km da casa.....
Nel caminetto uso un tronco fatto dello stesso materiale dei pellet, fantastico mio marito è la persona più contenta perchè non mi deve procurare la legna.....quando voglio accedere il caminetto ne accendo tre o quattro e ci stanno tutto il pomeriggio, prezzo 5€ per 9 tronchetti pari a20kg, potere kalorifico 35.000....
Buona serata roberta

Marco ha detto...

oopsss roberta... non l'avevo visto! Vado subito a cercare dove parli della sansa. Sai che non la conoscevo?? Ho dovuto chiedere alla Lo (che lei sa sempre tutto ... di tutti! :-D ). E vedo che anche coi tronchetti vai benissimo: ottimo!!!

Lo ha detto...

io non so sempre tutto di tutti ...è cultura formato gallina!!!
Io adoro il pellet...il caldo avvolgente e non malsano come quello dei caloriferi, il fatto che rispetto alla legna è molto più pulito, la stufa programmabile...la cenere che va nel mio orto bonsai e lo fa grasso grasso grasso...l'unica pecca..è che il pellet è confezionato in quei sacconi di plastica enormi...che riutilizziamo per buttare la plastica e che finiscono nella differenziata...piccola pecca.

LaGolosastra ha detto...

Aspetto il post sui pannelli termoriflettenti, che mi interessa molto... per i pellet devo aspettare un'altra casetta!

cielomiomarito ha detto...

O che bello questo blog! :)
Noi abbiamo la stufa a pellet da 5 anni. La nostra è una delle prime che arrivavano in Italia, quelle canadesi, spartane e indistruttibili. Dove viviamo noi l'inverno è lungo e tosto e con il gasolio, non si spendeva mai meno di 600 € a stagione, mentre ora con 200 € di pellets ci scaldiamo tranquillamente. È un po' noiosa da tenere pulita, ma non so se saprei rinunciare alla sua fiammella che illumina la mia cucina :)

VerdePomodoro ha detto...

che bel post... io ho una piccola stufa a legna ed è uno degli acquisti piu utili che abbia mai fatto... se abitassi in città, o comunque in un appartamento, di certo monterei una stufa a pellet... sono davvero grandiose...

Marco ha detto...

LO! è verooo , m'ero dimenticato di dire dell'utolizzo della cenere!! merciii

GOLOSASTRA!! Tu e la Danda mi avete fatto venire l'ansia da prestazione -:D ... spero che quello che cercate sia ciò che pubblicherò lunedì.

grazie CIELO!!! e che bella la vs stufa! la nostra si pulisce tranquillamente... anche il vetro basta proprio carta e acqua.

è vero VERDE! io non ho mai sentito così caldo a casa mia. si sta veramente bene. alla fine tra legan e pellets uno deve scegliere secondo il proprio stile di vita. Il pellet ha la comodità della programmazione e dello stoccaggio.

Simo ha detto...

Io ce l'ho ormai da più di un annetto, mi trovo benissimo!
Non sporca, il calore si sente davvero (purtroppo ce l'ho solo in taverna, per ora..sopra in casa non è mai così caldo anche quando i termosifoni vanno a pieno ritmo!),non è difficile da installare, consuma poco, e, dato non indifferente, si risparmia sul metano!
Poi volete mettere che bello il colore della fiamma nella penombra...? W il pellet!
La mia è una Sissi della Palazzetti!
Ciauuu

lella ha detto...

ciao caro,grazie x la tua immensa disponibilità:
Noi siamo in una scuola di Cerro M. e come ti dicevo siamo abb vicini.
Il link del concorso è http://playenergy.enel.com/playenergy/concorso
grazie ancora anke da parte dei miei alunni:ho detto ke avrei kiesto aiuto ad un esperto :-)
Lella

Marco ha detto...

Simoo!! anche tu pellettara!!! che bello! E' verissimo che anche la fiamma del pellet è molto romantica (non solo quella della legna)

Lella!!! Da bravo "esperto" ... ho fatto un post con richiesta d'aiuto globale!! Dai che qualcosa riusciremo a consigliarti!

Frank ha detto...

Volevo segnalare anche questi tipo di riscaldamento elettrico ad irraggiamento:
pannelli cadif