martedì 19 maggio 2009

Help! Qualche problemino con l'impianto solare termico Paradigma

In questi giorni mi sto imbattendo con qualche problemino con l'impianto solare termico. Per chi mi legge per la prima volta ricordo che chi scrive non è un appassionato di numeri né tanto meno è un esperto del settore ma un semplice cittadino qualunque, pertanto prendete tutto come esperienza di vita vissuta con tanto di beneficio d'inventario. Fatta la doverosa precisazione salto al problema.
Presso la mia abitazione ho installato sia pannelli fotovoltaici che pannelli termici. I pannelli fotovoltaici "connessi" al Conto Energia non danno alcun problema e non necessitano di alcuna manutenzione particolare. Sto riscontrando invece un po' di problemini col termico. I pannelli sono sottovuoto e fintantochè le temperature erano basse non rilevavo problemi particolari di compatibilità con la mia caldaia. Ora, con l'arrivo del sole, le temperature sul pannello superano i 200 gradi e il sistema va in allarme. L'estate scorsa non ho avuto questi problemi.
Giusto per dare due parametri di riferimento sul mio impianto a chi, passando da queste parti, ne sa più di me:
Collettore solare Paradigma CPC a tubi sottovuoto (4,0 m2)
Bollitore AquaSun 300 litri


Abbiamo già applicato tutte le procedure previste per il codice errore (il 20) ma l'impianto va sempre in allarme dopo i 130 gradi.
In teoria dovrebbero crearsi delle bolle d'aria causate dall'evaporazione. Abbiamo svuotato e ripulito l'impianto diverse volte e installato anche una valvola di sfogo per l'aria in eccesso che si crea nell'impianto ma il codice 20 lampeggia quotidianamente sul pannello di controllo. Con i tubi sottovuoto in inverno mi sono trovato molto bene perché riescono a scaldare l'acqua anche con poco sole. Ora però scalda fin troppo.
In questi giorni ho provato a coprire il termico con un telo bianco come vedete dalle foto.

Per ora non sta andando in allarme. Ma non posso certo salire sul tetto ogni giorno togliendo e mettendo il telo a seconda delle condizioni atmosferiche.
Mi sto interessando per delle coperture che, attraverso un sensore, aprano e chiudano una specie di "serranda" elettronica che proteggerà così il pannelli sia dalle eccessive temperature sia dalla grandine. Sempre sperando che il problema sia causato unicamente dalle alte temperature. Ogni altro consiglio è ben accetto.
___________________
Problema risolto: aggiornamento del 21 maggio 2009.

9 commenti:

Adriano Lapedota ha detto...

quando ho letto che tra i preferiti del blog di insubriarossa c'era il nome consumo meno, la cosa mi ha interessato e ci ho cliccato, sono saltato dalla sedia quando ho visto l'impianto che ho impiantato anche io! A casa mia ho delle foto del tuo impianto che fanno parte del curriculum di prima scuola idraulica che mi sono fatto con la primavera 84 (tra l'altro ho sentito tony l'altro ieri circa un torneo che stiamo organizzando per il 2 giugno a tradate, torneo squadra che vince non si cambia, la costituzione)...e quindi tu sei Marco...marco sarti...ti invito a questo punto a leggere il mio blog dove troverai alcune foto tra cui il tuo impianto...magari ti fa piacere,,,magari mi chiedi i diritti...il tuo impianto è la foto di copertina del mio biglietto da visita del blog con la mia faccia!...per quanto riguarda il paradigma non so se dire bello o brutto, ovvero, che il pannello raggiunga quelle temperature è indice che funziona ma che poi il regolatore (non ricordo se lo hai oppure hai il miscelatore e basta) non fa il suo lavoro mi sbalordisce...io non lavoro più con primavera, ora mi occupo di materia mobilità sostenibile, ho una società che vende e noleggia bici a pedalata assistita (sul blog le info), faccio consulenza per il fotovoltaico con la ecorete srl (forse la conosci lavora con alcuni gas della zona milanese) di Arluno e quando mi chiamano faccio lavori idraulici (domani vado in svizzera per esempio). Ricordo con piacere la tua casa in stile sostenibile!! adorabile la cucina azzurra e anche il pancale eur azzurro che diventa tavolino...potresti fare delle foto e inviarle al sito di un mio amico molto famoso in italia che riguarda il riciclo...si chiama ioricreo.org ...attendo la tua sorpresa nel leggermi! saluti solari alla family

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Ciao Adriano!! Ma che bello ritrovarti qui!! Bellisisma sorpresa! Anche di ritrovarci amici comuni di Fabio. Sono felicissimo di rivedere le
foto del nostro impianto (visto che hai collaborato a farlo) anche sul tuo blog.
In questo momento Tony sta ritentando altre soluzioni. Dovrebbe essere un
problema della caldaia e non tanto del solare. Saprò essere più preciso nei
prossimi giorni. Manderò la foto del tavolino al sito che mi hai consigliato: ho
fatto un post anche sul blog

http://consumomeno.blogspot.com/2009/01/il-tavolino-del-serafino.html

Grazie mille per essere passato da queste parti! A presto!!

Lo ha detto...

che storieeeeeeeeee il nostro impianto è famoso! :)

Danda ha detto...

Ciao Marcuzzo, speriamo che il vostro problema si risolvi! Intanto poi mi piacerebbe sapere come va a finire. Anche noi a casa abbiamo già fatto fare un preventivo per il solare termico, da collegare alla vecchia caldaia... i pannelli dovrebbero essere due ma non dovrebbero essere del tipo che ci hai indicato tu.
Insomma, vorremmo evitare problemi anche perché il tetto non è così facilmente accessibile!
Beh, aspetto notizie allora... a presto!

Marco *Consumo Meno* ha detto...

Eh sì, hai visto Lo che siam famosi!!

Danda, spero di non averti domoralizzata però. Sono cose che capitano. Mi sembra corretto dire sempre le cose come sono, sia quando funzionano sia quando non funzionano. Tranne questo ultimo periodo in ogni caso devo dire che l'impianto non mi ha dato problemi. Rapportandosi con un impianto già esistente con mille valvole e tubi e pompe ecc... è un pò più complicato trovare l'errore quando c'è... ma son convinto che la soluzione arriverà a breve.

Marco *Consumo Meno* ha detto...

problema risolto.

http://consumomeno.blogspot.com/2009/05/il-solare-termico-torna-splendere.html

pao070567 ha detto...

ciao Marco, sto avendo gli stessi problemi che hai avuto tu con un impianto solare termico Paradigma, con temperature altissime al collettore e basse al bollitore, codice errore 2 di scarsa circolazione. potresti dirmi come lo hai risolto, dopo diversi interventi dell'assistenza sono ancora in alto mare. grazie

Marco *Consumo Meno* ha detto...

ciao Pao, alla fine del post trovi il link della rosuluzioen del problema (avevo il vaso d'espansione scarico)

http://consumomeno.blogspot.com/2009/05/il-solare-termico-torna-splendere.html

ciao marco

Anonimo ha detto...

ciao,
tipo il manetotermico per la corrente di casa: quando c'è troppo assorbimento una lamella di metallo si dilata e si stacca da solo.
Per il solare termico: una valvola by passv(3 vie comandata elettricamente
?) che si apre e mette in comunicazione con un circuot secondario ove è i nstallato un radiatore, magari di recupero che raffredda il tutto.
Su you tube troverai anche un esenpio fai da te. ciao Enrico